Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

martedì 16 ottobre 2012

CROSTATA D'INVERNO

Il mio compleanno capita sempre sul margine dell'inverno e questo fatto è un limite. 
Capita tutti gli anni... e questo è Storia (a questo punto antica).
Di solito festeggio con la famiglia, gli amici; magari faccio una torta.
Amo le crostate ma i colori, i sapori, le alternative della bella stagione sono lontane, quasi dimenticati. 
Ma amo le crostate. :-(
Frutta fuori stagione non se ne parla, non sa di molto e costa un botto, la marmellata poi è così scontata!
La torta me la merito e sono seccata!
Seccata... seccata... 
Poi, un bel giorno trovo questa ricetta, tra le pagine di un giornaletto di quelli che si leggono dal parrucchiere, tolto il guscio che indicava solo 350 gr. di pasta frolla, per il ripieno è stato un amore a prima vista.
Da quel dì la faccio per ogni compleanno, a volte più volte durante l'inverno e ha sempre un gran successo.
Negli anni ha subito svariate modifiche dovute a continue sperimentazioni.... tutte ugualmente apprezzate!
Questa volta arrivo un po' in anticipo, grazie al simpatico Contest di Emanuela di Arricciaspiccia con i prodotti di Noberasco.

Poche settimane fa, nel cuore pulsante di Milano, la Noberasco ha aperto un nuovo negozio dove si possono trovare frutta secca (praticamente TUTTO l'inimmaginabile) e quella disidratata. Cercavo un ingrediente per un altro dolce e, inutile dirlo, QUI l'ho trovato!! L'ho trovato assieme a cento mille altre idee per regali golosi e gratificanti da fare ad amici e conoscenti... e qualche peccato di gola personale... e alcuni ingredienti per questo dolce, grazie ai consigli e la pazienza di chi mi ha servita.
Insomma, tra poco sarà il mio compleanno.... quello del giro di boa... e ho bisogno di conforto, beh! questa torta (credetemi) lo è!

CROSTATA DI FRUTTA SECCA E DISIDRATATA

Ingredienti

Per la frolla
300 gr. farina
150 gr. burro 
100 gr. zucchero
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 presa di sale
1 cucchiaio di acqua
2 tuorli
scorza di limone grattugiata.

Per la farcia:
200 gr. di ricotta fresca 
80 gr. di zucchero a velo
1 tuorlo
10 amaretti
2 cucchiai (abbondanti) di Brandy
40 gr. di uvetta ammollata nel Brandy
25 gr. di mandorle sgusciate
25 gr. di nocciole sgusciate
25 gr. di noci sgusciate
25 gr. di pinoli 
25 gr. di pistacchi
30 gr. di cranberries
40 gr. di mango disidratato
40 gr. di ananas disidratato
25 gr. di lamelle di cocco disidratato
1 cucchiaio di farina di cocco per guarnire.

Preparare la frolla versando la farina a fontana, aggiungere lo zucchero, la vaniglia, i tuorli, la scorza di limone e l'acqua, lavorando con una forchetta.
Aggiungere il burro ammorbidito a pezzi e lavorare velocemente con la punta delle dita.
Formare una palla e metterla in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Trascorso questo tempo, stendere la pasta frolla in una tortiera da 24/26 cm. 

In una ciotola lavorare il tuorlo con lo zucchero. Unire la ricotta con 2 cucchiai di Brandy e sbattere ancora.
Distribuire sul fondo della pasta gli amaretti pestati, poi la crema alla ricotta.
Mescolare frutta secca e disidratata e distribuirla sulla crema.
Cuocere a forno caldo per 35 minuti (statico) poi, appena tolta dal forno, spolverarla con la farina di cocco. 
Lasciare raffreddare e toglierla dalla tortiera quando ben fredda.

Note mie: se non avete voglia di recuperare singolarmente gli ingredienti, o non avete abbastanza tempo, potete utilizzare una confezione di frutta esiccata mista della Noberasco.... viene buona buona buona lo stesso!

Con questa ricetta partecipo al contest WOW che dolce! primo contest di Arricciaspiccia.

19 commenti:

  1. No ma l'hai svaligiato il negozio! Eddai Che volevo andare anch'io!!! Naturalmente per il giro di boa ci sono eh!!! Baci Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii, sono uscita con un bel sacchettone (quello che vedi in foto)... ma ho salvato ancora qualche cosa per i prossimi dolci.
      Bello il negozio, vai a vederlo se ti capita... è vicino a CC ;-)
      A presto
      Nora

      Elimina
    2. com'è che glissi sul giro di boa ????

      Elimina
    3. macchè glissare... quello è il Tedescooo!!!

      Elimina
  2. Sì, voglio morire così, mangiando una fetta di questa goduria... magari dopo che arrivo anche io al giro di boa! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Stefi, NON MORIRE!!! Credo che sia fattibile anche per te, usando magari amaretti fatti rigorosamente senza glutine... è stata una di quelle torte che mi chiedono sempre.
      Ho un amico che, non particolarmente amante del dolce, adora questa torta sino a *rubarmene* i miseri resti...
      A presto
      Nora

      Elimina
  3. Questa torta è una vera meraviglia Nora!!! Anche io adoro le crostate e come te adoro quella alla frutta, ma anche per me il compleanno è in uno seigiorni più freddi dell'anno (31 dicembre) quindi l'idea di festeggiarlo con una bella torta di frutta colorata l'ho abbandonata da tempo, MA (eh si, c'è un ma) ora che vedo questa ricetta mi hai illuminata!!! E' uno splendore! Ci sono tutti gli ingredienti che piacciono a me: ricotta, frutta secca e poi mango (il mio preferito!), ananas e cocco...che buonaaaaaaaaaaaa!!! Ne voglio un pezzetto!!! Grazie Nora grazie davvero!!!
    Un bacino mega galattico!
    Ema
    p.s. Ti chiedo solo un favore: puoi linkare ance il sito di Noberasco?! E poi promesso, non rompo più :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ema, sono contenta che ti piaccia. Ha la facilità di poter cambiare gli ingredienti secondo il gusto... o la reperibilità.
      Questa versione è quella che *va per la maggiore*.
      Ho inserito il link della Noberasco, non lo avevo dimenticato ma, con il PC di mio figlio ... è quasi impossibile lavorare... (alla una ero ancora lì a cercare di sistemare il post).
      A presto....
      Nora

      Elimina
    2. @Ema: siamo proprio coetanee! Che buffo!

      Elimina
  4. che meraviglia questa crostata, prima o poi la farò :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bella da vedere ma da mangiare.... di un buono!
      Basta non guardare le calorie!!
      Nora

      Elimina
  5. Fantastica! E poi la frutta secca mi piace molto! Ma quand'e' il tuo compleanno?

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio compleanno è a fine novembre... con le nebbie, il freddo... ma con questa torta.
      Nora

      Elimina
  6. Ecco, proprio come avrei pensato io: "solo" 350 g di impasto? Ma santo cielo, un impasto si deve sentire!!! Sennò facciamo un crumble, una crema al cucchiaio, un budino, un cartoccio di frutta al forno con zucchero e rum... ce ne sono di alternative. Ricotta e frutta secca sono un connubio squisito, specie quando inizia a fare freddo. Frutta fuori stagione, disastrosa: sa di nulla. Sacrosanto. Però magari noi (mi ci metto anche io perché sono nata a dicembre) vorremmo la torta con fragole e panna ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo... fragole a novembre o dicembre... praticamente un leasing per poi saper di acqua.
      La panna invece si... fa *stagione*.
      Il *solo 350gr* era da intendersi come senza dati precisi, senza ingredienti... 350gr di pasta frolla, STOP.
      Certo che ci vogliono tutti, altrimenti non regge ne' il peso ne' l'umidità della crema (ho provato se migliorava con una prima cottura in bianco del guscio... ma secca troppo).
      Provala, credimi che lo merita!
      Nora

      Elimina
  7. Noraaaaaaa....la crostata è il mio dolce feticcio. Se poi ci metti la frutta secca allora ci posso fare anche un totem! L'anno scorso prima di natale, ho preparato una pie aromatica con crema e frutta secca molto simile alla tua...era speciale. Ecco perché sono qui sul divano a quest'ora che mi sogno una fetta di quel dolce, una bella combriccola di amici e la musica che dico io...cosa c'è di meglio? Un bacione mito!
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala Patty ... e fammi sapere se ti piace.
      Il mix è cambiato nel corso degli anni e , quando la faccio sotto Natale, aggiungo anche dei confettini argentati (piccolissimi) per dare *luce*....
      Non ne è MAI avanzata una briciola, qualunque fosse il numero dei commensali... e dire che la prima volta ero scettica.
      Unico consiglio tieni la base spessa perchè *regga* meglio il ripieno.
      Buonanotte Patty...
      rileggo un post e poi mi fiondo a nanna
      Nora

      Elimina
  8. Ma quanta frutta secca, Nora: non manca proprio nulla! Grazie per aver partecipato al contest. Anche la tua foto è stata inserita nell'album creato sulla nostra pagina di Facebook (https://www.facebook.com/Noberasco). E stiamo pensando anche a una piccola sorpresa extra per la ricetta che riceve più “Mi Piace” :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti ma è una crostata semplicissima.
      La bontà *speciale* è dovuta dalla frutta secca... la vostra poi è particolarmente buona!
      ... il la mangerò domani... ;-)
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.